lugo rocca monumento baracca

Lugo è un comune di circa 32.000 abitanti situato nella pianura tra Bologna e Ravenna, nella cosiddetta Romagna Estense, ovvero quella parte del territorio romagnolo che nel corso dei secoli venne accorpato alla corte rinascimentale di Ferrara. Città natale del famoso asso dell’aviazione della prima guerra mondiale, Francesco Baracca, questa bella città è la meta ideale per una gita tra arte, storia e natura a pochi chilometri dal mare Adriatico.

Rocca EstenseIl monumento simbolo della città e oggi residenza municipale, il cui aspetto attuale risale alla fine del Cinquecento, salvo il mastio di Uguccione della Faggiola del 1298. Interessante la visita al giardino pensile cui si accede dal cortile interno.

Monumento a Francesco BaraccaDi fianco alla Rocca si staglia il Monumento a Francesco Baracca (1936), asso dell’aviazione italiana durante la Grande Guerra, a cui la città natale ha dedicato l’omonimo Museo. L'opera copre un'area di 1040 mq e poggia su una struttura di cemento armato interamente rivestita di travertino di Tivoli. La statua in bronzo alta m 5,70, è issata su un piedistallo che reca le date e le località delle vittorie riportate dal pilota, fa sfondo un'enorme ala alta 27 metri.

Il PavaglioneDi fronte alla Rocca si erge, imponente il quadriportico settecentesco un tempo sede del mercato dei bozzoli del baco da seta. Oggi ospita il mercato del mercoledì, con i suoi seicento anni di storia e numerosi eventi spettacolari.

lugo pavaglione

Museo Francesco Baracca
Assolutamente da non perdere il Museo storico dedicato a Francesco Baracca, situato nella casa natale, conserva i cimeli e gli oggetti appartenuti all'eroe. Ospita lo SPAD VII, aereo del 1917 sul quale Francesco Baracca conseguì una delle sue 34 vittorie col famoso emblema del cavallino rampante.

Se il mito di Francesco Baracca è largamente conosciuto, non molti sanno che dobbiamo al fascino della sua persona e delle sue imprese il marchio della Ferrari. È lo stesso Enzo Ferrari che lo racconta in una lettera: "La storia del cavallino rampante è semplice ed affascinante. Il cavallino era dipinto sulla carlinga del caccia di Francesco Baracca, l’eroico aviatore caduto sul Montello, l'asso degli assi della prima guerra mondiale. Quando vinsi nel 1923 il primo circuito del Savio, che si correva a Ravenna, conobbi il conte Enrico Baracca padre dell’eroe; da quell'incontro nacque il successivo con la madre, Contessa Paolina. Fu essa a dirmi, un giorno: Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampante del mio figliolo. Le porterà fortuna."

Orari di apertura al pubblico dal martedì alla domenica: ore 10.00-12.00 / 16.00-18.00. Chiuso il lunedì. Il Museo Baracca è accessibile ai disabili

Francesco Baracca Cavallino

Il Ristorante Giardino è a pochi passi dal centro e dai monumenti più importanti: Museo Francesco Baracca, Pavaglione, Rocca Estense, Monumento Francesco Baracca Per chi arriva in auto è a 5 km dal casello di Lugo  A14dir e dispone di 40 posti auto riservati. A 300 metri cè la stazione ferroviara, linea diretta con Bologna. - PRENOTA ORA... COMPILA IL MODULO

mappa lugomappa Lugo

Pin It

VIDEO TRAILER

In collaborazione con

sellarace-1150x200-a andreani-1150x200-1 andreani-1150x200-2 motociclistaonline-1150x200 xtech-1150x200-1 trovagomme_1150x200 Ecubike-1150x200 motorstock-1150x200 Urbano-Bruni-1150x200-1 Urbano-Bruni-1150x200-2 motoabbigliamento-1150x200-1 motoabbigliamento-1150x200-2 ojworld-1150x200-1 ojworld-1150x200-2 Motoairbag-1150x200-1 rubei_1150x200-slide Personalizzazioni-GP-1150x200 trackting_1150_200 banner-1150x200-1 banner-1150x200-2